Il rientro dalle vacanze è un momento poco piacevole e anche un pò traumatico per gli adulti ma anche per i bambini. Infatti non solo i grandi devono fare i conti con il ritorno alla vita quotidiana e agli impegni professionali e familiari, ma i più piccoli sentiranno la mancanza del sole, del mare, della campagna o della montagna, dell’aria pulita, dei parenti e degli amici e della maggiore serenità che sicuramente avranno loro trasmetto i genitori lontani dallo stress e dalle preoccupazioni di tutti i giorni e potranno manifestare il loro disagio attraverso reazioni come l’insonnia, l’iperattività, la tristezza, la smania e crisi di pianto nel momento del distacco dalla mamma che torna a lavorare.

Ecco allora i nostri cinque consigli per rendere più facile il rientro dalle vacanze:

  1. Ri-partite per gradi, sia per quanto riguarda voi stessi che i bambini. Quindi NO al lavaggio di 7 lavatrici al giorno nella foga di sistemare tutto in fretta e furia come NO ad un passaggio brusco tra orari e abitudini delle vacanze e ritorno alle regole della casa;
  2. Ritagliate del tempo da dedicare ai vostri piccoli, riproponendo situazioni simili a quelle trascorse in vacanza, meglio ancora se all’aria aperta, ad esempio uscendo a prendere un gelato ed organizzando una passeggiata nel parco o una gita durante il fine settimana.
  3. Conservate le migliori abitudini della vacanza, come quella della riduzione del tempo trascorso davanti alla televisione. Approfittate invece per organizzare ancora cene con gli amici, in modo da trascorrere il tempo libero in maniera allegra e conviviale, magari invitando a casa gli amichetti che i vostri figli ritroveranno al rientro a scuola.
  4. Non trascurate l’alimentazione, che sarebbe stato opportuno mantenere il più possibile sana anche in vacanza, per non creare un distacco netto tra le abitudini quotidiane con quelle vacanziere, evitando il consumo di cibi confezionati e industriali e di troppi dolci.
  5. Non esagerate con gli obblighi e i doveri, ma riprendete gradualmente ad inserire le regole casalinghe e familiari. In particolare, per chi ha figli in età scolare, non sovraccaricateli non trasmettete loro apprensione per il rientro a scuola (saranno già abbastanza preoccupati da soli!) e anzi trasmettete un messaggio positivo, ad esempio organizzando un pomeriggio per l’acquisto dello zainetto nuovo e per la preparazione di tutto il necessario.
E poi…programmiamo la prossima vacanza!!!