Vi ho già raccontato qual è stato uno dei pensieri alla base della nascita di questa associazione sportiva: che cosa fanno le donne quando rimangono incinte per tenersi in forma e continuare la pratica sportiva?

Un dilemma a cui ho cercato una riposta documentandomi e poi studiando e poi frequentando corsi di formazione e poi decidendo con altre socie di fondare Mumup, un motivo di incontro, condivisione, movimento, informazione, divertimento, creatività e amicizia per le donne, per i bebè, per la famiglia.

In Mumup si pensano e si fanno tante cose, prima di tutto si fa sport: ecco che nasce allora il programma MumupFit, un sistema fitness dedicato alle donne a partire dalla ricerca della gravidanza, proseguendo durante il periodo di gestazione continuando con un corso pensato per le neo-mamme.

Sì perché le neo-mamme hanno un gran da fare, ma questo non vuol dire che debbano rinunciare a ritrovare la forma fisica e che non possano farlo in compagnia dei loro bebè.

Care Mamme, avete tutte un passeggino?

Sì?

Allora facciamo ginnastica insieme, con il passeggino!

Come dite? Vi piace tanto portare il vostro bimbo in fascia o nel marsupio?

Allora facciamo ginnastica insieme, con il marsupio!

Ecco, qui, molto “semplice”!

La ginnastica con il passeggino è una cosa seria ma divertente: si può fare a casa, al chiuso ma soprattutto all’aperto, nei parchi ad esempio, e parte da un assunto: tutte le attività materne, soprattutto nei primi mesi dopo il parto, dovrebbero implicare il coinvolgimento del proprio bambino.

Il luogo

Il luogo della ginnastica con il passeggino è di per sé speciale, perché colorato e animato dai bambini e dalle mamme. Quando la stagione lo consente, ci si allena all’aperto, in particolare sfruttando i parchi cittadini ed  i viali alberati, sotto il cielo blu o annuvolato, tra l’erba e le foglie. In questo modo i bambini e le mamme godono dell’aria aperta, con i benefici che ne derivano ed inoltre imparano esercizi che possono replicare da sole o in compagnia di un’amica, recandosi al parco in un secondo momento. Inoltre al parco è possibile sfruttare, oltre al passeggino, altri “attrezzi” come le panchine, gli alberi e i gradini e si può concludere la parte di lezione dedicata all’addome e allo stretching sdraiate sul tappetino, approfittando di questo momento di intenso lavoro ma anche rilassamento. In caso di allenamento all’aperto, è buona norma proteggere la pelle dal sole con una protezione solare ed eventualmente premunirsi di presidi antizanzare.

In alternativa ci si può allenare al chiuso, in una sala dedicata: questa soluzione ha dei risvolti positivi, come la possibilità di allenarsi in un ambiente più raccolto e magari accompagnate dal ritmo della musica. Anche in questo caso gli esercizi sono replicabili in autonomia, nella propria abitazione. L’allenamento al chiuso può essere effettuato con il passeggino, se lo spazio lo consente, o be si presta alla ginnastica con il marsupio.

Il gruppo

Un aspetto importante di questo corso è la possibilità di allenarsi con il proprio bambino ma anche in compagnia di altre donne, diverse tra loro ma con una cosa che le accomuna: un bimbo di cui prendersi cura, con le sue necessità, i suoi ritmi e i suoi bisogni. Ecco che l’allenamento insieme diventa anche occasione di incontro, di scambio di esperienze e magari di pappe non usate e vestitini ormai troppo piccini, di consigli, di risate e di interazione tra i bambini.

La struttura della lezione

La ginnastica post parto proposta ha l’obiettivo di tonificare tutti i muscoli ed in questo assomiglia ad una lezione fitness cosiddetta “total body”, che molte di voi potrebbero aver frequentato in palestra. Le peculiarità riguardano l’utilizzo del passeggino o del marsupio per aver vicino il proprio bambino e l’attenzione dedicata all’addome e al pavimento pelvico. Infatti, la lezione tipo è organizzata in una fase iniziale di riscaldamento di tutto il corpo, a cui segue la fase di tonificazione, attraverso esercizi come squat, affondi e altri movimenti per gli arti superiori, alternati ad esercizi per le braccia ed il tronco, con particolare enfasi sui movimenti che rinforzano i muscoli maggiormente sollecitati durante la vita quotidiana di mamma, come le spalle, che spesso tendono ad essere chiuse verso l’interno per via dell’allattamento e della postura con cui spesso si sorregge il bimbo; si procede poi con esercizi dedicati alla ripresa del tono muscolare addominale e del pavimento pelvico, con esercizi specifici che tengono conto della condizione post partum e della frequente diastasi dei retti addominali. La lezione termina con esercizi di stretching e di respirazione per allungare i muscoli e rilassarsi.

L’occorrente

Per frequentare un corso MumupFit è indispensabile portare con sé il miglior sorriso insieme scarpe da ginnastica colorate! Inoltre è importantissimo munirsi di acqua, per garantire l’idratazione e portare con sé un telo o un tappetino per gli esercizi a terra.

La frequenza ed il periodo di allenamento

Il programma di allenamento proposto può essere iniziato a partire dalla sesta settimana dopo il parto e dopo aver chiesto il parere al proprio medico.

Un ciclo di lezioni MumuFit ha solitamente una durata trimestrale, che coincide con le stagioni o che è a cavallo tra esse, proseguendo senza soste durante tutto l’anno.

Per quanto riguarda la fine, non c’è un termine prestabilito, nel senso che le mamme possono frequentare i nostri corsi per tutto l’anno e fino a che ritengono praticabile l’utilizzo del marsupio o del passeggino per portare con sé il proprio bambino: chi lo desidera può ovviamente frequentare la lezione anche da sola, magari perché il bimbo ha iniziato il nido, e rimanere con noi fino a che lo desidera, considerando che gli esercizi proposti mantengono una valida proposta di allenamento e di remise en forme.

In linea generale un buon programma di allenamento richiederebbe un impegno di 3 volte a settimana, per poter dare i suoi frutti in termini di beneficio e risultati significativi. Quello che noi solitamente proponiamo è un corso bisettimanale, ma diamo comunque la possibilità di partecipare un solo giorno, per chi proprio non se la sente o non può venire ai due appuntamenti, perché comunque in questo modo beneficia dell’aspetto anche psicologico della lezione e ci si dedica alla cura del proprio corpo in compagnia del bambino.

Quello che suggeriamo è di aggiungere alla lezione mono o bisettimanale un ulteriore allenamento svolto in autonomia e comunque di praticare delle lunghe passeggiate con il bimbo e magari con un’amica o con il proprio compagno.

Il costo

Il costo della lezione può variare in base alla location e al periodo, ma è solitamente compreso tra i 4 e i 12 euro a lezione, in base alla frequenza e alla durata del ciclo di allenamento.

Allora mamme, che aspettate? Venite a divertirvi con noi!

Nessuna mamma che ha provato MumupFit è più tornata indietro!

A presto!

Maria