Il portare in fascia o nel marsupio, chiamato Babywearing in inglese, che letteralmente significa “indossare il bambino” è un metodo naturale ed universale, utilizzato in tutto il mondo, nato da una tradizione antica e da un’esigenza pratica, permettendo alle mamme di svolgere le attività quotidiane e nel contempo accudire il proprio bambino.

La scelta del portare in fascia comporta moltissimi benefici pratici ma anche emotivi non solo per l’adulto, ma anche per il bambino.

Ecco allora una piccola selezione di semplici e buoni motivi per portare in fascia, dal punto di vista del bimbo:

  1. il neonato portato in fascia ritrova un ambiente caldo e contenuto, simile al ventre materno anche per rumori ed odori;
  2. Il bambino portato in fascia beneficia del rumore e del movimento, elementi stimolanti e ben differenti dal silenzio e dall’immobilità offerti da una culla in una stanza buia; così non si annoiano e vivono, sentono e provano quello che fa l’adulto;
  3. Il neonato portato in fascia piange circa il 50% in meno del coetaneo, sia durante il giorno che durante le ore serali;
  4. Il piccolo portato in fascia soffre meno di coliche, grazie al contatto e alla posizione verticale pancia contro pancia dell’adulto, che trasmette calore ed esercita una leggera e costante pressione;
  5. Il neonato portato in fascia è più rilassato e una volta in culla tende a dormire più facilmente e più a lungo.

Quali sono invece i benefici principali per l’adulto?

Ne parleremo nel prossimo articolo.