Stamattina ho pensato di scrivere un post per incentivare le neo-mamme a frequentare i nuovi corsi in partenza di ginnastica con il passeggino al parco; allora, ho iniziato a cercare tra i vecchi post del nostro blog, uno già pubblicato tempo prima, che facesse al caso mio, che descrivesse il corso, il tipo di esercizi, etc. etc. Praticamente, stavo cercando uno di quei post scritti bene, precisi, istituzionali, uno di quei post scritti con cognizione di causa e con l’intenzione di essere esaustivi e professionali. Ma non ero convinta: perchè sono quei post impersonali, diversi ma uguali a tutti gli altri, che potreste trovare nel web cercando “ginnastica mamma-bebè” oppure “ginnastica con il passeggino”.

Così ho deciso di dirvelo in parole “povere”, a parole mie: in mumup organizziamo la ginnastica col passeggino nel parco, perchè crediamo profondamente nel beneficio che l’attività sportiva, di vario genere, apporti alle persone e perchè secondo noi le mamme hanno bisogno di un loro spazio ma allo stesso tempo di stare con i loro bimbi, si possono rimettere in forma e conoscere altre mamme con cui condividere la maternità.

Siamo partite col primo corso che non sapevamo come sarebbe andata, ma è stato facile stare con loro e fare andare tutto alla grande, perché quando sei in un parco, sotto al cielo blu a camminare su una distesa di prato, con tanti passeggini colorati, bambini felici e mamme spensierate (anche se stanche e un po’ “ammaccate”), quando chiunque passi e guardi non può fare a meno di sorridere per la gioia che quell’immagine trasmette, quando giorno dopo giorno vedi quei bimbi crescere e scoprire il mondo e quelle mamme belle divertirsi e rilassarsi (e ultimo ma non ultimo ritrovare un buon tono muscolare e l’orgoglio di vedersi ancora più belle), allora non puoi che sentirti enormemente soddisfatta e fiera di quello che stai facendo.

E non importa se al prossimo corso, quando deciderai di promuoverlo, quando proverai a trovare il giorno e l’ora sperando che siano quelli giusti per delle mamme che ancora non conosci, quando pregherai che siano anche solo due per poter ricominciare, ti verrà la tentazione di lasciar perdere, perché chi te lo fa fare di fare tutta sta fatica a organizzare una cosa che poi non sai come e se potrà andare. Non importa se avrai quei pensieri, perché in un attimo ti torneranno in mente Camilla, Pietro, Enea, Greta, Bianca, Valerio, Diego, Chiara, Arianna, Cristina, Valeria, Valentina, Aurora, tutte le mamme e tutti i bimbi che hai avuto la fortuna di conoscere e che ancora ti mandano foto dolcissime per farti vedere come diventano grandi e allora sarai sicuro che vuoi provare a lanciare un nuovo corso di ginnastica con il passeggino al parco, per provare a fare stare bene gli altri ma soprattutto sapendo che farai stare bene te stessa.

Maria