L’estate è quella stagione con tanti cibi colorati, buoni, freschi e pieni di vitamine.

Ma a volte, il caldo un pò ci butta giù e di mangiare, non ne abbiamo molta voglia. Noi ed i nostri bambini.

Come fare per “stimolare l’appetito”?

Mamme, come dei maghi bisogna imparare qualche “trucco” e portare in cucina un po’ di fantasia per aiutare i più piccoli a conoscere i sapori estivi, abituando i bimbi ad un’alimentazione buona e sana, in modo divertente e coinvolgente! Infatti, coinvolgere i bambini nella preparazione è un primo e decisivo passo verso la buona tavola: contribuire alla creazione di un piatto lo rende subito più appetitoso. I piccoli chef saranno così più stimolati a sperimentare perché incuriositi da qualcosa che hanno preparato loro e spesso si ritroveranno ad assaggiare il sapore di alcuni alimenti che prima non conoscevano o che non piacevano.

Quindi, giochiamo sui colori dei cibi e con la creatività! Come si dice: “anche l’occhio vuole la sua parte“, e quindi non dimentichiamo l’elemento gioco, colore e forme divertenti!

Ora tocca a voi e.. fatevi ispirare!!!

In questa stagione è molto importante assumere liquidi, quindi via a succhi, latte o yogurt; visto il caldo, è preferibile preparare alimenti freddi e semplici (anche ghiaccioli fatti in casa o smoothie) ed evitate panature e fritture.

Ecco i nostri consigli:

  • Frutta e verdura, insieme ai cereali vanno consumati ogni giorno, 2-3 volte al giorno. La frutta è meglio mangiarla con la buccia (lavata con cura), essendo ricca di fibra, e a pezzi, a morsi perché ciò contribuisce ad aumentare il senso di sazietà. Interessanti anche le macedonie o gli spiedini di frutta!
  • Ogni giorno è necessaria una quantità di calcio pari a quanto raccomandato per età del bambino, ottenuta consumando latte e latticini (latte parzialmente scremato, yogurt naturale con l’aggiunta di frutta fresca, formaggi freschi).
  • Evitare l’eccessiva assunzione di bevande gasate zuccherate e preferire l’acqua naturale per una giusta idratazione.
  • E’ ottima l’idea quella di preparare un piatto unico, come un’insalata di cereali (insalate di riso o cous cous) con pezzettini di pesce o legumi (piselli) o formaggio morbido o prosciutto cotto e verdura cotta a vapore.

In questo statgione (sempre a causa del caldo), può succedere che il bambino si rifiuti di finire il pasto. Che fare in questo caso? La regola è non forzarlo, perché potreste traumatizzarlo. Alle volte può capitare che un bimbo cominci a dire di no agli alimenti che fino al giorno prima adorava. Che fare? Il consiglio è di variare l’alimentazione e di virare su altri alimenti.

I consigli dei pediatri sono quelli di evitare cibi che possano aumentare difficoltà per l’intestino e non saltare i pasti – preferire la dieta dei cinque pasti al giorno, suddivisi tra due spuntini, colazione, pranzo e cena, e ridurre le porzioni -.

Cari genitori.. in bocca al frutto e.. BUONE VACANZE!

Marta