Sicuramente tutte le mamme in dolce attesa, nel pensare alla borsa da portare in ospedale o alla lista nascita da creare, ad esempio, su Amazon (ormai tutte le app per la gravidanza mostrano alert o banner di invito alla creazione della lista sul famoso portale), hanno considerato, tra gli accessori fondamentali per il nascituro, il cappellino. E se non l’hanno fatto, ecco, le invitiamo a farlo.

Sì perché il cappellino non può assolutamente mancare nel corredino per il neonato e deve essere disponibile fin dalla nascita, pronto quindi nella borsa per l’ospedale.

Tra l’altro, bisognerà attrezzarsi di più cappellini, adatti alle diverse stagioni e, chiaramente, ci sarà l’imbarazzo della scelta tra le varie opzioni, che comprendono ad esempio i cappellini con pon pon e quelli con le orecchie da animaletto.

Quindi, la domanda che sorge spontanea ad ogni mum-to-be, me compresa che, per rispondere a questa domanda che mi frulla nella testa da giorni ho deciso di avviare una ricerca e condividere il risultato con voi tramite questo post, è: quale cappellino devo scegliere per ogni diversa situazione?

Il cappellino per i piccoli serve sempre, in ogni stagione, poiché è importante che la testolina sia sempre alla stessa temperatura, per cui dovremmo pensare all’acquisto (o perché no, alla creazione) di diversi cappellini in base alla specifica situazione.

Partiamo dalla nascita: in ospedale è spesso richiesto un cappellino da far indossare al momento della nascita. Nella stanza poi potrebbe non essere necessario far indossare il cappellino ma, ad ogni modo, è bene tenere a mente che, se vogliamo usarne uno, sarà bene che questo sia di cotone o ciniglia (quest’ultima da prediligere in autunno-inverno ma anche in primavera) nel caso in cui il bimbo nasca in autunno o inverno, e, in quest’ultimo caso, prevedere un secondo cappellino di lana (o misto lana o acrilico in versione più economica) per le dimissioni ovvero per poter uscire ed affrontare il primo freddo. Per la primavera e l’estate si prediligerà il cotone in tutte le sue declinazioni ed il jersey di cotone, mentre tessuti come il piquet di cotone o il percalle saranno da rimandare ai mesi successivi.

All’atto pratico quindi prevediamo di avere un paio di cappellini, uno in tessuto e l’altro di maglia o filo, che siano senza cuciture, elastici e quindi comfortevoli per il neonato.

Una volta usciti dall’ospedale, prevediamo di avere sempre con noi un cappellino nella borsa, anche in estate, leggero, traspirante e sempre senza cuciture, in cotone anallergico, ancor meglio se di tessuto biologico. In estate il cappellino è ancor più perentorio se andiamo al mare, per proteggere il bebè dall’esposizione solare, ed in questo caso potremmo optare per un cappellino di cotone con visiera o a falde larghe.

In primavera utilizzeremo invece la ciniglia, che è un cotone pesante adatto alla mezza stagione, stando attenti che questa sia in 100% cotone e non sintetica.

In inverno possiamo scegliere anche il caldo cotone, tutte le volte che portiamo il bimbo a spasso lasciandolo nella carrozzina ma, se le temperature sono rigide, dobbiamo optare per la lana, calda naturale  e sicura per i bambini, evitando tessuti sintetici, come il pile.

Una possibilità che sto tenendo fortemente in considerazione è quella di creare io stessa il cappellino per il mio bimbo.

cappellino uncinetto

Se abbiamo tempo e voglia di cimentarci in questa impresa, possibile secondo me con un po’ di pazienza anche se siamo neofite o principianti, dobbiamo scegliere di utilizzare i ferri o l’uncinetto ed in questo caso saremmo sicure di quello che metteremo al nostro piccolino, nonché estremamente orgogliose di noi stesse. In alternativa, potremmo cercare un cappellino artigianale di alta qualità nei negozi o nei mercati oppure sul Web, utilizzato da tante donne e mamme artigiane per proporre le proprie creazioni originali (scriverò presto un post per farvi conoscere alcune di loro).

 

Ma quale misura dobbiamo scegliere?

Consideriamo che le misure possono essere riassunte come segue:

  • neonati da 0 a 3 mesi: diametro di 33-35 cm;
  • neonati da 3 a 6 mesi: diametro di 39-41 cm;
  • neonati da 6 a 12 mesi: diametro da 45 a 48 cm.

Chiaramente andremo sul sicuro misurando la circonferenza della testa del bambino.

Inoltre è bene sapere che, in caso di parto prematuro, esistono cappellini appositi proposti da marche specializzate.

Ora non ci resta che procedere agli acquisti e buono shopping care neo-mamme!

Amica A.