Cos’è Art miniLab

Art miniLab significa Laboratori Artistici adatti ai più piccini, ideati e condotti dalla nostra Marta, della durata di circa 1,5 ore. Si parte sempre dall’osservazione, ispirandosi ad artisti importanti o ad elementi della vita e del mondo,  per poi dare spazio allo stupore, all’immaginazione e all’interpretazione dei bambini.

Potete leggere un bell’articolo scritto da Marta, cliccando qui

A chi è rivolto il corso

Bambini dai 4 ai 10 anni

Quando

Il mercoledì e il venerdì dalle 16.30 alle 18 presso la nostra sede di Via La Spezia

Costi

L’attività è rivolta ai soci di MUMUP asd e i prezzi variano a seconda del singolo laboratorio.

Per info scriveteci a info@mumup.it

 

Alcune delle proposte di ART miniLab

ROSE NELL’INSALATA

Conosciamo frutta, verdura,fiori e le loro proprietà alimentari per poi utilizzarli in modo insolito e creativo. Scopriamo come frutta, verdura e fiori possano diventare magnifici timbri per sperimentare forme, colori e sorprendersi di fronte alle composizioni che si possono inventare. Basta del colore e molta fantasia per scoprire moltissime immagini tutte diverse. Laboratorio ispirato ai libri e alle opere di Bruno Munari. Che immagine viene fuori se sezioniamo una piantina di lattuga e ne usiamo il gambo come timbro? Vengono fuori delle rose con grande meraviglia dei bambini.

Materiali utilizzati: frutta, verdura, carta, cartoncino, tempere.

COSA MI PASSA PER LA TESTA?

Quanti cappelli esistono? Quanti ne possiamo inventare? Copricapi sontuosi e preziosi come quelli delle principesse, cappelli sonanti come quelli dei giullari,
cappelli con la testa tra le nuvole, cappelli da inventore, o anche se volete da mago e da vampiro, cappelli strabilianti per una sfilata “fuori di testa”!

Materiali utilizzati: carta, cartoncino, tempere, ritagli di stoffa, nastri, bottoni, articoli da merceria.

DIPINGERE MAXI FIORI ALLA VAN GOGH

Noi che amiamo realizzare attività creative utilizzando ciò che potremmo avere in casa e che bambini conoscono in casa, abbiamo deciso di provare a dipingere utilizzando il panno spugna (il panno spugna ha due texture differenti: da una parte puntini e da una parte linee, quindi si può giocare si sulle forme che sulla trama).

Ispirandoci ad alcuni dipinti di Van Gogh, abbiamo deciso di realizzare dei maxi fiori.

Materiali utilizzati: panno spugna, colori a tempera, fogli  e cartoncini.

MONDRIAN. L’ARTE E L’ARMONIA TRA LINEE VERTICALI E ORIZZONTALI

Osserviamo i dipinti del pittore Piet Mondrian, che combinava linee e colori su una superficie piatta per esprimere la bellezza del mondo. spirandoci all’arte di Mondrian, realizziamo un dipinto con campiture di colore dettate dalla nostra fantasia e dal nostro gusto.

Materiali utilizzati: cartoncini, pennelli e tempere.

IL MOSAICO MATERICO

Sumeri, Egizi, Greci e antichi Romani: la tradizione del mosaico nel corso dei secoli.

Dopo aver osservato e capito in che modo è possibile creare un “dipinto” a mosaico, ci mettiamo all’opera anche noi utilizzando un supporto, del vinavil come collante e semi colorati al posto delle classiche tesserine.

Materiali utilizzati: cartone spesso, vinavil, pennelli, semi secchi in varietà (mais, lenticchie, piselli, chicchi di caffè, pastina).

SCATOLA DEL TEMPO E DELLA MEMORIA

Realizziamo uno scrigno personale, decorando a nostro gusto una scatola (da scarpe, per le medicine, di un giocattolo, delle merendine), per poi riporvi dentro piccoli oggetti, foto, segni del nostro passaggio, insomma tutto ciò che fa parte di noi e del nostro mondo.

Materiali utilizzati: scatole, foto, ritagli di stoffe e di giornali, tempere, pennelli, matite, gessetti, colla.

VOLANDO CON CALDER

L’incontro si suddivide in una prima parte teorica, in cui viene analizzata l’opera dell’artista in tutte le sue fasi e in una seconda parte di laboratorio, durante la quale i bambini creeranno una scultura sospesa utilizzando materiali semplici, sull’esempio dell’artista americano.

Materiali utilizzati: filo di ferro e di rame, grucce appendiabiti, cartoncini, carte colorati, filo di nylon, bastoncini.

OGNI STAGIONE HA IL SUO COLORE

Stimolare la fantasia del bambino e la sua capacità di osservazione e riproduzione della realtà circostante / sviluppare la capacità di manipolazione e di utilizzo delle tecniche miste.

Raccolta di materiale naturale che si trova nelle strade: ogni stagione ha i suoi colori, profumi, frutti. Osserviamo: ciò che abbiamo raccolto ha differenti dimensioni, colori, superfici. Poi riproduciamo ciò che la natura ci ha fatto conoscere utilizzando tempere e materiali diversi tra di loro, come stoffa, nastro, carta, carta crespa, cartoncino, creando originali e variopinti collage. Utilizziamo i regali della natura per creare e decorare piccoli oggetti (il laboratorio si può presentare più volte nel corso dell’anno, secondo lo scorrere delle stagioni).

Materiali utilizzati: carta di diverse tipologie, cartoncini, tempere, stoffe, colla, pennelli, materiale di recupero, foglie, bastoncini, corteccia..

QUATTRO ELEMENTI QUATTRO COLORI

Primo laboratorio: Acqua (blu)

L’attività prende avvio dall’ascolto dei “suoni” dell’acqua e dalla riflessione sull’importanza dell’acqua come vita e le associazione con il colore blu. Dopo l’osservazione di alcune opere d’arte contemporanea, i bambini potranno realizzare la prorpia opera d’arte utilizzando carta da lucido e carta velina per creare un fondale marino.

Secondo laboratorio: Terra (verde)

Identificando la terra con la vita e con fertilità e abbondanza, si faranno associazioni con il colore verde. Si mostreranno ai bambini riproduzioni di opere di artisti contemporanei dell’Arte Povera dove l’uso di terra ed elementi naturali è distintivo. Dopo l’osservazione delle opere i bambini potranno creare un collage di elementi naturali dando vita ad una sorta di “orto creativo”.

Terzo laboratorio: Fuoco (rosso).

L’attività prende avvio con l’osservazione di alcune opere d’arte che mostrano il fuoco come elemento domestico positivo (camino, focolare) a cui far contrapporre il pericolo del fuoco distruttore. I bambini potranno disegnare il loro “focolare”.

Quarto laboratorio: Aria (bianco).

L’ultimo incontro è dedicato al quarto elemento, quello più etereo, l’aria; si mostreranno la Venere di Botticelli e altre opere ispirate alla leggerezza. Durante la parte pratica i bambini potranno costruire una struttura bianca che abbia senso se attraversata dal soffio di vento (o di respiro).

DIPINGERE CON LE FORBICI

Partendo dall’osservazione compartecipata di alcune opere d’arte di Matisse, si spiegherà quale tecnica l’artista abbia utilizzato: il gouaches découpés, una particolare tecnica di collage e un nuovo linguaggio fatto di forme, colori e materiali. Verrà chiesto di rifare con il proprio corpo alcune pose delle figure nelle opere di Matisse. Una volta familiarizzato con la tecnica, i bambini dovranno pensare e creare un’opera originale usando le forbici al posto dei colori!

Materiali utilizzati: carte e cartoncini colorati, forbici semplici e con taglio particolare.

RITRATTI AL SAPOR DI MACEDONIA!

Partendo dall’osservazione mediata dei ritratti burleschi di Giuseppe Arcimboldo, famoso pittore italiano della seconda metà del Cinquecento, i bambini rifletteranno sui soggetti rappresentati, sulla loro composizione, sulla stagionalità di frutta e verdura e sull’importanza di mangiare giornalmente un frutto. Una volta assimilati i concetti chiave i bambini potranno creare con frutta e verdure di stagione il proprio personale ritratto per poi riprodurlo su carta.

Materiali utilizzati: carta, matite e pennarelli, frutta (come spunto).

RICAMO D’ARTE

Dopo aver osservato riproduzioni fotografiche di opere di alcuni artisti contemporanei che riprendono tecniche tradizionali come il cucito e il ricamo, i bambini rifletteranno sulla tipologia delle opere osservate, che sono cucine e non disegnate, e sull’atto del cucire. Durante la parte pratica del laboratorio, i partecipanti disegneranno qualcosa su carta o stoffa e poi ricalcheranno le linee tracciate.con l’ausilio di fili e aghi da lana.

L’ultima fase prevede una rapida presentazione del significato di ciascun elaborato.

Materiali utilizzati: Cartoncini, fili da cucito e da ricamo, lana, articoli da merceria.